Shiba Inu: Aspetto

STANDARD FCI :

ORIGINE: Giappone

ORIGINALE VALIDO: 16 GIUGNO 1992

UTILIZZAZIONE: Cane da caccia per uccelli e piccoli animali, Cane da compagnia

CLASSIFICAZIONE FCI: gruppo 5 (cani Spitz e tipo primitivo), Sezione 5 (Spitz Asiatici e razze relative), Senza prova di lavoro.

DEFINIZIONE STORICA: La razza SHIBA è una razza nativa del territorio Giapponese. Il nome SHIBA si riferisce a qualcosa di ‘piccolo’, come ‘cane piccolo’. Normalmente vive nelle zone montuose che si affacciano sul mare ed è utilizzato per cacciare piccoli animali e uccelli. Ci sono leggere differenze all’interno della stessa razza a seconda dell’area di provenienza. Con l’importazione di cani inglesi quali il Setter e i Pointer nel periodo 1868-1912, la caccia diventò un’attività ludica anche in Giappone e gli incroci di sangue tra le specie divennero assai frequente e misero a rischio la stessa razza, a rischio di estinzione nel periodo 1912-1926. Nel 1928 alcuni appassionati riuscirono a ricostruire le linee di sangue finché nel 1934 vennero unificati e definiti gli standard dello Shiba che dal 1937 viene considerato come ‘monumento nazionale’.

ASPETTO GENERALE: Cane di piccola taglia, ben bilanciato, con una buona ossatura e muscoli ben sviluppati. Costituzione forte. Azione rapida, libera ed elegante.

PROPORZIONE IMPORTANTE : La proporzione tra l’altezza al garrese e la lunghezza del corpo è 10:11.
COMPORTAMENTO E TEMPERAMENTO: Il temperamento è fedele, con sensi acuti ed altamente vigili.
TESTA: Fronte larga, guance ben sviluppate e stop definito con leggero solco mediano. Canna nasale diritta. Il colore nero del naso è ricercato. Muso moderatamente spesso e appuntito. Labbra aderenti, denti forti con chiusura a forbice.
OCCHI: Relativamente piccoli, triangolari e di colore marrone scuro; gli angoli interni degli occhi sono rilevati.
ORECCHIE: Relativamente piccole, triangolari, leggermente inclinate in avanti e fermamente diritte.
COLLO: Spesso, forte e ben bilanciato con la testa e il corpo.
CORPO: Dorso dritto e forte; lombi ampi e muscolosi. Torace profondo, costole moderatamente cerchiate, ventre ben sollevato.
CODA: attaccatura alta, di colore generalmente rossastro, portata vigorosamente arricciata o curvata come una falce, l’estremità raggiunge quasi il garretto quando è distesa.

ARTI ANTERIORI: Spalla moderatamente obliqua, gomiti aderenti; visto da davanti, le zampe anteriori sono diritte.
ARTI POSTERIORI: La coscia è lunga, la gamba è corta, ma ben sviluppata. Garretti forti e robusti.
PIEDE: Dita molto chiuse e ben arcuate. Cuscinetti duri ed elastici. Sono preferite unghie dure e di colore scuro.
PORTAMENTO: Leggero e vivace.
MANTELLO: Superiormente ruvido e diritto, sottopelo soffice e denso; il pelo della coda è leggermente più lungo e ritto. Di colore rosso e bianco, nero e bianco o rosso e sesamo. [Definizione del colore “sesamo”: Uguale miscuglio di peli bianchi e neri. Sesamo nero: più peli neri che bianchi. Sesamo rosso: fondo del pelo rosso, mescolato con peli neri]. Tutti i suddetti colori debbono avere URAJIRO: mantello biancastro sui lati del muso e sulle guance, nella parte inferiore della mascella e del collo, sul torace, sul ventre e la nella parte inferiore della coda ed interna delle zampe.
TAGLIA: Altezza al garrese: Maschi 40 cm; Femmine 37 cm.(Con 1,5 cm di tolleranza per eccesso o per difetto in entrambi i sessi). Testa: maschi 50 cm, femmine 50 cm.Lunghezza: maschi 51 cm, femmine 49 cm.